giovedì 1 aprile 2010

La Colomba Pasquale di Terenzio Leoncini (per concessione del Maestro)

Ce l'ho fatta... alla fine di una lunga lotta tra me e il mio Lievito Madre alla fine l'ho spuntata. Complice anche una farina che il mio vicino di casa mi ha trovato (non lo ringrazierò mai abbastanza) e il periodo di festa che mi tiene a casa lontano dai bimbi.
Naturalmente non posso non ringraziare e citare il creatore della ricetta Teresio Leoncini e il Maestro Adriano che l'ha condivisa in questo post.
Intanto ecco la foto, a breve la ricetta (che ho dovuto riadattare per ovvie produzioni casalinghe).


La ricetta la metto quando, assaggiata la Colomba, sarò sicuro di aver bilanciato gli ingredienti. E questo non verrà prima di Domenica.



Aggiornamento:
Non ho resistito e ho aperto una colomba. Ho fatto la foto della fetta ed eccola qua:

Ho sudato per farla perchè la macchina che ho (una compattina) non riusciva a mettere a fuoco o faceva partire il flash e diventava tutto bianco. L'impasto sofficissimo. Non mi intendo di Alveolature quindi non so come deve essere. Aspetterò commenti di chi so aver fatto passi da leone in incordatura e levitati (provo l'evocazione di Paoletta e dello ZioPiero) e lascio per ultimo il maestro che ha comunicato la sua partenza per la Pasqua.
Purtroppo si è bruciato tutto intorno. Col Forno di casa mia 180° sono troppi. Devo rifarle per cercare di cuocerle per bene (forse 160° possono anche bastare). Togliendo il fondo però trovo l'impasto buono e ricco come mi aspettavo. Forse sono stato un po' blando di aromi e una sola bacca di vaniglia su 2,8 kg ha stentato a farsi sentire. Comunque sono intenzionato a rifarle a breve. Parto a rinfrescare nuovamente il mio LM. E rimangono sempre 3 colombe.

8 commenti:

  1. Bella, Simo! +++

    Mi raccomando, foto dell'interno appena l'assaggi ;-)

    Ciao

    RispondiElimina
  2. Non è come quelle delle foto di Terenzio sul sito di Adriano, ma per essere la prima esperienza sono soddisfatto.

    RispondiElimina
  3. Bellissima, aspetto anch'io foto della fetta!!

    RispondiElimina
  4. Che bell'aspetto! Sicuramente avrai ben bilanciato gli ingredienti!!!
    Approfitto per farti gli auguri di buona Pasqua.
    Luna

    RispondiElimina
  5. Mi sembra molto bella, per Pasqua non riesco a farla, proverò la prossima settimana, mi puoi dire come hai fatto i tre rinfreschi del Lm?
    Ho un pò di problemi a capire le proporzioni.
    Grazie

    RispondiElimina
  6. Allora: io ho fatto un decimo dell'impasto. Quindi ho diviso per 10 tutto... solo che lavorare con il LM in decigrammi mi sembrava assurdo, quindi mi son tenuto sulle dosi della ricetta cercando di rimanere basso sugli ultimi rinfreschi pur rimanendo fedele alle proporzioni di Farina e acqua.
    Il primo rinfresco (di partenza) è quello normale. Quindi a peso LM pari peso Farina e metà peso acqua.
    Per il secondo rinfresco (dopo 3 ore e 45 minuti) ho preso 200 gr di LM e l'ho rinfrescato con 296 gr di Farina e 144 gr di acqua.
    Il terzo Rinfresco ho preso 200 gr di LM precedenti (sempre dopo 3 ore e 45 minuti) e l'ho rinfrescato con 300 gr di Farina e 135 gr di acqua.
    Dopo altre 4 ore si parte con il primo impasto.

    RispondiElimina