mercoledì 17 maggio 2017

Apple Pie


Ecco la torta americana per antonomasia, presente in ogni ristorante, pasticceria e negozio di alimentari.
Ogni famiglia ha la sua “Ricetta Segreta”.
Le torte di mele sono diventate parte della vita degli americani durante il diciassettesimo secolo, dopo lo sviluppo degli alberi da frutto nati dai semi arrivati ai coloni dalle rotte commerciali e sono diventate così tradizionali che addirittura un detto recita “è Americano come la torta di mele”.

Normalmente una “Pie” è un dolce dove la crosta di pasta brisée ricopre completamente una farcitura, in questo caso le mele.

Potete servire la Apple Pie con del gelato alla crema o panna montata.

E’ importante seguire i tempi di riposo delle varie preparazioni.
Questa ricetta è per una tortiera svasata da 24 cm.

Apple Pie


Apple Pie 

Per la pasta brisée

430 gr di farina 0
280 gr di burro
40 gr di zucchero semolato
1 cucchiaino di sale
Acqua fredda

Mettere in un cutter la farina, lo zucchero e il sale e azionare l’apparecchio per pochi secondi per mescolare le polveri.
Inserire il burro freddo tagliato a quadretti e azionare le lame fino ad ottenere un impasto grossolano, aggiungere acqua, lentamente, fino a che, prendendo poco composto e pressandolo tra le dita, questo diventa compatto.
Trasferire l’impasto su un piano leggermente infarinato, formare una palla, dividerla a metà e appiattire ciascuna metà, coprire con pellicola e far riposare in frigorifero da mezz’ora ad un’ora, o almeno fino a quando l’impasto è abbastanza sostenuto per essere steso col mattarello.

Prendere il primo pezzo di pasta brisée e stenderlo su un piano leggermente infarinato, cercando di mantenere una forma rotonda: per fa ciò ruotare l’impasto di un quarto ad ogni passata di mattarello, passata che dovrà cominciare dal centro verso l’esterno, fino ad ottenere uno spessore di 3-4 millimetri.
Ritagliare l’impasto in un cerchio di una circonferenza di 30 cm, arrotolare questo sul mattarello e stenderlo gentilmente sulla tortiera. Accompagnare con le dita la pasta verso il fondo ed i lati della tortiera facendo attenzione a non lacerarla. Coprire la tortiera con pellicola e mettere in frigo.

Prendere la seconda parte della pasta brisée e stenderla come prima, ritagliare una circonferenza di 30 cm, coprirla con una pellicola e metterla a riposo nel frigorifero.


Per la farcia alle mele

6 Mele grandi
50 gr di zucchero semolato
50 gr di zucchero di canna chiaro
30 gr di burro
15 gr di amido di mais
1 cucchiaino di Cannella macinata
1 pizzico di sale
Il succo di 1 limone

Sbucciare le mele, dividerle a metà, privarle di torsolo, semi e tagliare delle fettine di 5 mm di spessore; trasferire le fette in una ciotola e irrorarle con il succo di limone per evitare che anneriscano.

Mescolare le mele, i due zuccheri, la cannella e il pizzico di sale e farle riposare da una a tre ore:
Questo riposo è importante perché la macerazione delle mele permette la fuoriuscita del loro liquido che, in cottura, farebbe perdere volume creando eccessivo spazio tra la crosta di pasta brisée e la farcia.

Versare le mele e il loro liquido dentro un setaccio posto sopra una ciotola. Raccogliere il succo così ottenuto (ne servirà circa 120 ml) e versarlo in un pentolino, aggiungere il burro e farlo bollire fino a ridurlo in uno sciroppo leggermente caramellato; Nel mentre togliere la pasta brisée stesa dal frigorifero e lasciarla a temperatura ambiente per circa 10 minuti.
Mettere le mele in una ciotola e mescolare con la maizena e lo sciroppo.
Prendere la tortiera dal frigorifero e versarvi il tutto.

Inumidite i bordi della pasta brisée della tortiera e rivestire con la pasta brisée stesa in precedenza.
Tagliare l’eventuale pasta in eccesso e assicurarsi di sigillare per bene i bordi.
Fare dei tagli sulla superficie della torta che fungeranno da decoro e permetteranno al vapore di uscire. Potete decorare a piacimento la superficie della torta con la pasta brisée avanzata.

Cuocere a 220 gradi, posizionando la placca nella parte più bassa del forno.
Dopo i primi 30 minuti di cottura coprire il bordo della torta con della carta di alluminio per non farlo bruciare e proseguire per altri 15-25 minuti, e comunque fino a che il liquido comincia a uscire, bollendo, dai tagli o fino a che, controllando con uno stecchino, le mele risultano tenere.
Togliere dal forno e raffreddare su una griglia per circa quattro ore, per permettere alle mele di assestarsi.

Nessun commento:

Posta un commento